BESOSTRI: “GOVERNO GENTILONI SMENTITO SULLA NEUTRALITA' RISPETTO ALLA LEGGE ELETTORALE”


Gentiloni aveva espresso la neutralità del Governo rispetto alla Legge elettorale, questo implicava che la Corte Costituzionale che deciderà delle sorti dell'Italicum il prossimo 24 gennaio, potesse entrare nel merito. Di segno opposto è stata l'azione della Presidenza del Consiglio che attraverso la Sottosegretaria Maria Elena Boschi ha sottoposto una delibera al Consiglio dei Ministri per intervenire nel giudizio di costituzionalità delle ordinanze. Nell'autorizzare l'intervento davanti alla Corte dell'Avvocatura dello Stato ha avallato una linea difensiva fondata principalmente per far dichiarare inammissibili tutte le ordinanze di incostituzionalità dell'Italicum rinviate alla Corte Costituzionale.


Come è possibile che il Presidente del Consiglio venga smentito davanti alla Consulta: o non è stato informato o, come avrebbe detto Tex Willer, 'parla con una lingua biforcuta'. L'unica cosa che non può essere detta è che la linea sia stata decisa autonomamente dall'Avvocatura come affermato ieri dal vice Ministro Luigi Casero in risposta alla interpellanza urgente dell'On. Adriana Galgano.


Deve essere chiaro al Governo e al Parlamento che i principi affermati tre anni fa con la sentenza n. 1/2014 non sono derogabili neppure a colpi di fiducia: la Corte Costituzionale deve svolgere fino in fondo il suo compito di garante nella conformità delle Leggi alla Costituzione, anche perchè questo Parlamento approvando l'Italicum e la riforma, ha dimostrato che non ha la Costituzione nel suo Dna.


Felice Besostri, Coordinatore degli Avvocati Antitalicum


Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square
SOSTIENI LA CAMPAGNA IN DIFESA DELLA COSTITUZIONE                            

SITO UFFICIALE Comitato per il NO nel referendum sulle modifiche della Costituzione

Sede Legale Studio Avv. Pietro Adami - Corso D’Italia 97 - 00198 ROMA

Codice Fiscale 97866750587