FESTA DELLA COSTITUZIONE RACCONTO DELLE TRE GIORNATE

Roma ha celebrato la sua Festa della Costituzione. È stata un successo la tre giorni organizzata dal Comitato romano per il No nel referendum costituzionale (da venerdì 14 a domenica 16 ottobre), che ha ospitato dibattiti e incontri, ma anche musica e spettacoli. Sono state tantissime, infatti, le iniziative organizzate nello spazio della Città dell'Altra Economia per dire un no chiaro e tondo alla riforma della Costituzione voluta dal governo Renzi: cinema, spazio bimbi, jam session, laboratori, teatro, concerti, mercatino dell'usato. Boom di presenze per la No-tte Resistente (sabato), condotta con brio da Francesca Fornario e con la partecipazione di Claudio Santamaria che ha letto Calamandrei. Mentre domenica Ugo Dighero ha intrattenuto e divertito il pubblico leggendo (con fatica) il lunghissimo e astruso nuovo articolo 70.

Divertimento, dunque, ma anche informazione. Ogni giorno, infatti, si sono svolte lezioni sulla Costituzione, dibattiti e incontri per esprimere un no consapevole e convinto, con la partecipazione di giuristi, costituzionalisti, docenti, esponenti della politica, giornalisti.

La prima giornata ha visto un affollato dibattito su riforma, grandi opere e sanità, con la partecipazione, tra gli altri, di Paolo Berdini, Claudio De Fiores, Anna Falcone, Pancho Pardi, Giulia Sarti, Walter Tocci, mentre Massimo Siclari ha tenuto la prima lezione sulla Costituzione e Lucia Annunziata ha intervistato Maurizio Landini e Domenico Gallo per l'appuntamento "Costituzione al lavoro".

E ricco è stato il programma anche della seconda giornata, iniziata con un dibattito su riforma e diritto all'informazione con Giovanni Incorvati, Vincenzo Vita e Roberto Zaccaria, proseguita con il dibattito sul diritto ai saperi (con Marina Boscaino e Domenico Pantaleo), quello su riforma costituzionale e legge elettorale (con, tra gli altri, Gianni Ferrara, Stefano Fassina, Giovanni Russo Spena, moderato da Pietro Adami) e conclusasi con la No-tte Resistente.

Nel terzo e ultimo giorno della Festa della Costituzione, grande partecipazione al dibattito tra Ignazio Marino e Massimo Villone, nel corso del quale l'ex sindaco di Roma e il costituzionalista si sono confrontati sulle tante ragioni per le quali è giusto votare no il prossimo 4 dicembre. Moltissimi i temi toccati: dal bicameralismo alla legge elettorale; dalla partecipazione democratica all'iter delle leggi; dal senato al Titolo V. Una giornata anche questa ricchissima di appuntamenti, tra i quali la quotidiana lezione di Costituzione (con Paolo Maddalena ed Elettra Deiana, moderati da Tina Stumpo), il dibattito sulla precarietà (con Andrea Allamprese, Fabrizio Tomaselli, Alfonso Gianni, Carlo Guglielmi, Franco Russo) e il gran finale "Perché no", che ha visto alternarsi sul palco Guido Calvi, Loredana De Petris, Elena Fattori, Alfiero Grandi, Alessandro Pace, Armando Spataro, moderati da Norma Rangeri.

Tre giorni ricchissimi e intensi, dunque; tre giorni per difendere la Costituzione e ribadire le tante, tantissime ragioni di merito e di metodo che portano a bocciare una pessima riforma e a votare no il prossimo 4 dicembre.

Tutti i dibattiti sono stati registrati a cura dell'Altra News e sono disponibili nella playlist della pagina Youtube del Comitato.

ARTICOLI:

LEFT "Festa della Costituzione con Left, Villone e Marino: evviva la casalinga di Voghera e il barista di Trani"

Il Manifesto "Fino a domani a Testaccio la Festa della Costituzione"

VIDEO INIZIATIVA REALIZZATI DALL'ALTRA NEWS

#FestadellaCostituzione #Roma #Comitatoromanoperilno

Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square